Tag

, , , , , ,


L’Angelo disse alle donne:

“So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui! È risorto come aveva detto.”

Ecco, quello ce lo ricordiamo, siamo tutti felici, è risorto, la Pasqua è arrivata, lui ha ottemperato alla Sua promessa. Ha fatto la Sua parte, cia ha purificato con il Suo preziosissimo sangue, ha vinto la morte per noi!

Finita la storia?

No! Non è una favoletta, adesso si che inizia la storia, la nostra storia. La storia di ognuno di noi. È ORA DI RECITARE LA NOSTRA PARTE, SI ENTRA IN SCENA!

Perché subito dopo l’Angelo disse “Ora andate ad annunciare questa notizia agli Apostoli”

E le donne fecero la loro parte. Infatti dopo ancora c’è scritto:

“Gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. (…) Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».”

Infatti, anche i discepoli fecero la loro parte, fino alla morte.

Questo è uno spettacolo che non è ancora finito, arriva fino a noi, da cristiano a cristiano abbiamo tramandato questa storia e consegnato la staffetta. Ci è arrivato persino mio figlio, a solamente sette anni. Una sera, meditando i misteri gloriosi lui alza la mano (di solito spara una cosa tipo “mamma, lo sai che oggi a calcio ho fatto due gol”), alla fine della decina lo guardo in cagnesco e lui mi dice “mamma, guarda che è una domanda di senso”, io faccio “ah, dimmi, vediamo”. A questo punto lui mi fa, “mamma, alla fine sono stati i discepoli e poi tutti i preti ed il Papa, che è il capo dei preti, a farci tutti cristiani! Così come nell’Eucarestia i preti sono gli strumenti di Gesù per trasformare il pane il Lui, loro sono stati gli strumenti di Gesù per farci cristiani!”. Io, attonita non ho saputo dire altro che “si”. Lui non si ferma “non ci avevo mai pensato, adesso ho capito! Ci fanno fare tutte quelle schede a religione e non ci dicono la cosa più importante! E’ come disegnare il tronco di un albero con i rami tutti staccati! C’è qualcosa che li collega, mica possono restare così staccati!”

“Mica possono restare così staccati”, tutto lì, che sintesi! È inutile fare le tre scimmiette e fare finta di non vedere, non sentire per non parlare: tocca ad ognuno di noi unire i puntini, raccontarle, vivere e tramandare questa storia. Siamo chiamati a fare la nostra parte fino alla fine del mondo, per poter risorgere in un corpo glorioso come ci è stato promesso. Solo in quel momento la storia avrà fine.

“Abbandonato in fretta il sepolcro, con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annunzio ai suoi discepoli. “

E di corsa!

Annunci