Tag

, , ,


Dalla prima lettera ai costanzini,

A quanti sono in rete “diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo.”

“Anzitutto rendo grazie al mio Dio per mezzo di Gesù Cristo riguardo a tutti voi”, perché la fama del vostro blog si espande in tutt’Italia.

“Ho infatti un vivo desiderio di vedervi” per poter ricevere qualche dono spirituale, “per rinfrancarmi con voi e tra voi mediante la fede che abbiamo in comune, voi e io.

“Non voglio pertanto che ignoriate, fratelli, che più volte mi sono proposta di venire fino a voi”, ma visto che il vostro non è un luogo, ma tanti,finora ne sono stata impedita.

Poiché sono in debito verso i romani, verso i siciliani, i napoletani, i toscani, i piacentini e quanti altri sono in mezzo a voi, con o senza la credenza, ho cercato almeno di fare il quanto era a me possibile per raggiungere quanti di voi sono più vicini a me, a Milano.

Infatti, vi sono a Milano tante comunità che condividono la nostra fede comune in Gesù Cristo, nostro Signore. Ed alcune di queste comunità si sono radunate il venerdì 7 ottobre 2011 nella bellissima Sala san Giorgio per accogliere la vostra amata Costanza Miriano, che, seguendo San Paolo, si dimostra essere l’apostola delle genti. Infatti, con la sua umiltà e simpatia ha conquistato tutti i presenti, che riempivano, seduti per terra, ogni angolo della stanza. Questa nostra sorella nella fede ha il dono di una simpatia accattivante, di un sorriso che contagia e che si espande, portando ai cuori la gioia a la pace che solo La Verità può portare.

A dare il benvenuto, la sorella Simona della Negra, del Centro Italiano Femminile di Milano (CIF). Carlo Martinucci, ha parlato a nome dei giovani della rivista Cuore d’Europa, che in Costanza Miriano, vedono un modello di comunicazione del Vangelo.

La nostra grandissima sorella Laura Boccenti ha introdotto Costanza e ci ha illuminati tutti con la sua brillante analisi del testo “Sposati e sii sottomessa”, che è strumento potente per raggiungere i cuori di tutte le genti. Laura rappresentava la comunità di Alleanza Cattolica, alla quale anch’io indegnamente appartengo.

Per ultimo, la sorella Camilla Occhionorelli Pinna del MOICA (Movimento Italiano Casalinghe), che ci ha deliziato con la sua testimonianza di vita.

Oltre ai fratelli milanesi del blog costanzino, sono giunti fratelli e sorelle da diversi angoli del nordest: da Piacenza, da Pavia, ma anche da molto lontano, dal Trentino e dal veneto. Pensate fratelli, persino qualche altra sorella brasiliana si è presentata!

Infine, non voglio che ignoriate, fratelli, l’impegno organizzativo di Susanna Manzin e della sorella di blog, Raffaella Frullone.

Vi saluto, fratelli e sorelle, con le parole di San Paolo “Il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e pace nella fede, perché abbondiate nella speranza per la virtù dello Spirito Santo. Fratelli miei, sono anch’io convinto, per quel che vi riguarda, che voi pure siete pieni di bontà, colmi di ogni conoscenza e capaci di correggervi l’un l’altro. (…) Il Dio della pace stritolerà ben presto satana sotto i vostri piedi. La grazia del Signor nostro Gesù Cristo sia con voi. “

Vi salutano Alessio ed Alberto, pregate per loro, perché sono ingeneri.

Vi saluta Andreas Hofer, che con la sua tripla personalità mi ha creato non pochi problemi.

Vi saluta la spia del governo Svizzero, Salvatore di Fazio.

Il fratello Maxwell ed il fratello Roberto Paludetto vi abbracciano tutti!

Vi saluta il fratello Paolo Pugni che, come me, ha fatto fatica a riconoscere tutti i fratelli tra nomi veri e nickname.

Ci saranno tanti altri che non ho potuto sentire.

Vi saluto poi anch’io, la Gaúcha Tarantina, che ha scritto questa lettera,

“a Dio che solo è sapiente,
per mezzo di Gesù Cristo,
la gloria nei secoli dei secoli. Amen.”

(citazioni dalla Lettera ai Romani)

Annunci